Bonus ristrutturazione 2020: di cosa si tratta e come ottenerlo

Bonus ristrutturazione 2020: che cos’è? Negli ultimi giorni se ne parla spesso, in merito alla Legge di Bilancio 2020. Si tratta di un bonus che garantisce delle detrazioni fiscali pari al 50% sui lavori inerenti ristrutturazioni edili o comunque inerenti al settore. Per saperne di più è bene chiedere a dei veri e propri professionisti, come ad esempio il nostro commercialista Salvati. È possibile recarsi presso la sua sede di lavoro: il nostro Studio Salvati Roma.

 

Bonus ristrutturazione 2020: quali sono le caratteristiche

 

Bonus ristrutturazione 2020: che caratteristiche ha e come ottenerlo? Si tratta d un’agevolazione fiscale e a regolarla è l’articolo 16-bis del Dpr 917/86 Tiur e riguarda tutti i lavori svolti nell’ambito dell’edilizia. Il bonus è una detrazione fiscale IRPEF pari al 50% sulle spese sostenute per svolgere le ristrutturazioni.

La Legge di Bilancio 2020 ha stabilito che il bonus in questione rimarrà invariato fino al 31 dicembre 2020. Riguardo invece le caratteristiche, si può sottolineare che la percentuale permette di ottenere la detrazione fino ad una massima cifra di 96 mila euro. Oltre a questo, tale bonus verrà diviso in 10 rate di pari importo. Queste inoltre saranno versate nell’arco di un anno.

 

 

Bonus ristrutturazione 2020: chi può ottenerlo

 

Prima di richiedere il bonus è necessario presentare una corretta documentazione. Per non incorrere in errori o spese minori di quelle previste o maggiori, l’ideale è rivolgersi ad un esperto del settore: un commercialista o un commercialista Roma nord.

Uno studio molto valido è proprio il nostro Studio Commercialista Salvati. L’esperto guiderà il cliente spiegando che il Bonus Ristrutturazione spetta al proprietario dell’immobile, al locatario, al comodatario e ad altre categorie. È bene quindi informarsi adeguatamente per poter richiedere questo bonus.  Attenzione infatti a diffidare delle informazioni presenti sui siti Internet non affidabili. Si rischia solo di cadere in inganno e di interpretare male le leggi. Sempre meglio affidarsi a dei professionisti.

Condividi l'articolo

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on print
Print