Superbonus 110%: novità per il 2022

Nella Legge di Bilancio 2022 è stato prorogato il Superbonus 110% per la ristrutturazione edilizia e per incentivare la riqualificazione energetica degli edifici. Nello specifico, sono stati fatti una serie di correttivi rispetto alla norma introdotta dal Decreto Rilancio. Per ottenere tutti gli sgravi fiscali previsti dal Superbonus 110%, è opportuno rivolgersi agli esperti commercialisti di Roma dello studio Salvati che sapranno aiutarvi a ottenere la sgravio. Scopriamo insieme quali sono le novità per il 2022 per il Superbonus 110% e come ottenerlo.

Cosa prevede il Bilancio 2022 per il Superbonus 110%

Il Bilancio 2022 per il Superbonus 110% prevede una serie importante di correttivi e di novità. Innanzitutto, la Legge ha previsto la proroga per questa misura fino al 2023.Per quanto riguarda invece, i Comuni colpiti da eventi sismici, la proroga sale fino al 2025 con un sistema di Decalage. In pratica, arriverà al 70% per il 2020, al 65% per il 2025. Il Superbonus vale per le unità site all’interno dei condomini, per le unifamiliari e per tutte le case che hanno i requisiti previsti dalla Legge. La cosa importante resta: per ottenere il Superbonus 110% è sempre migliorare di due classi energetiche l’edificio residenziale oggetto dei lavori. Le scadenze quindi sono state estese per ora 2023 e gli interventi previsti all’interno del bonus sono sempre gli stessi che volevano già fino allo scorso anno. Parliamo cioè, di interventi principali e interventi trainanti volti alla riqualificazione energetica di uno stabile. Tali lavori sono fattibili ad esempio, con l’installazione di pannelli fotovoltaici o di altre strutture in grado di migliorare i parametri sul risparmio energetico.

Come richiedere il Superbonus 110% nel 2022

Rivolgendovi agli esperti commercialisti dello studio Salvati di Roma avrete l’opportunità di richiedere il Superbonus 110% nel 2022, già come si prevedeva nel Decreto Rilancio. L’Agenzia delle Entrate insieme anche al sito della presidenza del Consiglio dei Ministri hanno messo a disposizione degli utenti anche delle sezioni in cui trovare le indicazioni ma è consigliabile sempre rivolgersi agli addetti ai lavori, come un commercialista a Roma.

Condividi l'articolo

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on print
Print