L’ecobonus 110% è una grande possibilità messa in campo grazie alla legge di Bilancio 2021 che ha modificato ed esteso gli utilizzi stabiliti per i cosiddetti Superbonus, già previsti nel decreto Rilancio. Infatti, questi bonus offrono la possibilità di riuscire a effettuare lavori di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico a costo zero, attraverso una detrazione.

Si ha quindi la possibilità di optare per lo sconto in fattura o la cessione del credito. Se volete sapere tutti i dettagli su questa attività potete richiedere una consulenza tributaria ad uno studio commercialista di Prati in modo da essere guidati passo dopo passo per ottenere subito il Superbonus 110% .

Che cos’è l’ecobonus 110%

L’ecobonus 110% è stato previsto nel decreto Rilancio e si tratta di una novità importante per il settore edilizio che si suddivide in due aspetti, ovvero l’ecobonus e sismabonus. Parliamo di un tipo di bonus nell’ambito edilizio che diventa davvero irresistibile ed è valido per i lavori dal primo luglio del 2020 fino alla fine del 2021, ovvero 31 dicembre. La legge di Bilancio ha poi inserito la proroga fino al 30 giugno 2022.

Grazie all’ecobonus 110%, si ha la possibilità a costo zero di migliorare almeno due classi energetiche del proprio stabile, dimostrando l’avvenuta miglioria con l’attestato di prestazione energetica. Per ottenere l’ok fiscale a questi lavori c’è bisogno di un aiuto ed è per questo che è sempre bene rivolgersi ad un commercialista di Roma.

L’esperto saprà guidarvi passo dopo passo nella procedura, per mettere in campi gli interventi di efficientamento energetico o adeguamento sismico previsti nell’ambito del credito d’imposta fino al 110%.

I requisiti e gli interventi nell’ambito dell’ecobonus 110%

Nell’ambito dell’ecobonus 110% è possibile prevedere una serie di interventi. Infatti, possono ottenere il bonus 110% tutti coloro che sono titolari di una struttura, sia persone fisiche che società, ma anche Istituti Autonomi Popolari o facenti funzione in questo senso. Inoltre, ne hanno diritto anche le società che sono titolari di un immobile.

Tra gli interventi coperti dal credito d’imposta fino al 110% vi sono la realizzazione del cappotto termico, nonché interventi sulle parti comuni di edifici (tra i beneficiari vi sono anche i condomini), su interventi per pannelli solari, montaggio di accumulatori di energia collegati ai pannelli solari, interventi previsti già nell’Ecobonus precedente e la realizzazione di colonnine per ricaricare le batterie delle auto elettriche.

Vi sono anche una serie di interventi trainanti che permetteranno di ottenere il Superbonus. Per tutte le informazioni il consiglio è quello di rivolgersi allo studio commercialista di Roma ma che saprà guidarvi passo dopo passo nella procedura.