Tenuta della contabilità ed adempimenti fiscali

Le scritture contabili devono essere tenute da tutte le imprese e i dai liberi professionisti. Tale tenuta deve essere realizzata in modo corretto, altrimenti il contribuente può incorrere in sanzioni molto rilevanti e gravi. L’elaborazione dei dati contabili spesso viene delegata a soggetti terzi ma occorre sottolineare che il responsabile delle informazioni contabili trasmesse, e pure di quelle non trasmesse, rimane sempre l’impresa o il libero professionista. Questo significa che sarebbe opportuno sempre anche rivolgersi ad un Commercialista roma che sappia tenere la contabilità nella maniera più efficiente possibile, come lo Studio Salvati Roma.

Quando il commercialista tiene la contabilità

La legge che disciplina la professione del Dottore Commercialista prevede che tale figura abbia la competenza tecnica in materia di tenuta e redazione dei libri contabili e fiscali. E’ opportuno dunque che il contribuente si affidi ad un soggetto che sia abilitato come Commercialista, per la tenuta della propria contabilità, altrimenti il rischio è che la responsabilità ricada unicamente su di lui. Se si cerca uno Studio commercialista roma nord, ci si può rivolgere allo Studio Salvati commercialista.

Come si realizza la tenuta delle scritture contabili

Il servizio offerto prevede diverse azioni che comprendono: l’elaborazione delle fatture di acquisto e di vendita, i movimenti di prima nota di cassa o banche, la redazione dei registri obbligatori per legge, la liquidazione periodica del debito o credito iva, la comunicazione al cliente del versamento da effettuare. Spesso il commercialista si occupa anche della trasmissione telematica dei dati relativi alle liquidazioni periodiche oltre a quelli delle spese.

Inoltre, tra le varie prestazioni che uno Studio commercialista roma prati e cassia offre si hanno anche: la stampa degli estratti conto clienti, fornitori, banche per verifica della congruenza e delle quadrature della contabilità ordinaria, la predisposizione, la verifica e la trasmissione telematica di elenchi clienti e/o fornitori e della dichiarazione dei sostituti d’imposta, l’elaborazione della situazione contabile periodicamente, al fine di poter redigere un piano per il reddito e il suo conseguente carico fiscale.

Tenuta della contabilità ordinaria, semplificata e dei contribuenti minimi prevista dalla normativa vigente

Prima di parlare della tenuta della contabilità occorre definire che cosa si intende per regime contabile. Esso può assumere tre differenti forme, le quali sono: regime forfetario o agevolato, il regime semplificato e il regime ordinario. Tutti i soggetti che hanno una attività economica sono obbligati per legge a tenere una scrittura contabile. Si tratta della registrazione delle operazioni economiche, finanziarie e amministrative, le quali determinano le entrate e le uscite, gli spostamenti di capitali o che abbiano comunque una rilevanza economica.

I diversi regimi contabili

I regimi contabili possono essere diversi, come accennato nel paragrafo introduttivo. Questi si applicano in base alle caratteristiche di un’azienda oppure di un lavoratore autonomo.

La contabilità ordinaria risulta obbligatoria per quei soggetti che rientrano nei casi previsti dalla legge, sia dal punto di vista giuridico che di fatturato annuo. Essa però è facoltativa per i professionisti o le imprese che, pur potendo applicare il regime semplificato, optano per quello ordinario, in base a condizioni favorevoli legate alla propria attività.

Il regime semplificato invece è adottato in alternativa a quello ordinario da parte di imprese e professionisti, per cui è prevista una forma di contabilità che sia più semplice e rapida. E’ necessario però che il soggetto economico non sia in questo caso una società di capitali. Possono accedere al regime della contabilità semplificata le società di persone, le società di fatto, gli enti non commerciali, i professionisti e i lavoratori autonomi.

Il regime dei minimi è un regime forfettario fiscale agevolato. Esso è previsto dall’ordinamento legislativo ed è destinato ai soggetti economici che abbiano dimensioni ridotte. Tale regime riserva delle semplificazioni importanti, per quanto riguarda IVA e fini contabili.

Nella scelta e nell’esercizio del regime contabile è opportuno rivolgersi a figure professionali che siano specializzate nel settore. Per questo si consiglia Studio Salvati Roma, dove poter avere un incontro con Commercialista roma che saprà indicarvi le soluzioni migliori, in base alle proprie condizioni e caratteristiche finanziarie, ed in base anche alle proprie esigenze e prospettive future.

Richiedi un preventivo gratuito per la tenuta della contabilità!